Depositi di cereali
Depositi di cereali, come ridurre le polveri e il pericolo esplosione

Depositi di cereali: ridurre le polveri e il pericolo esplosione

I depositi per granaglie sono luoghi dove si creano le condizioni ideali per la formazione di polveri e possibili esplosioni ad esse legate, che sono causa di gravi danni agli operatori ma anche all’ambiente. 

Continua a leggere e scopri perché farina e cereali possono produrre pericolose polveri, ma anche le soluzioni chiave per garantire un ambiente lavorativo più sicuro e protetto.

 

Cosa sono gli impianti deposito cereali 

I depositi per cereali  vengono progettati per garantire la conservazione, nonché la protezione di cereali e prodotti simili. 

Offrono le condizioni ottimali per una corretta conservazione a lungo termine, proteggendo il contenuto da agenti atmosferici, ma anche dall’attacco di animali e parassiti

I depositi per cereali sono costruiti con materiali adeguati ed impianti di aerazione, allo scopo di mantenere le condizioni ideali al loro interno.

Sono inoltre progettati per favorire le manovre di carico e scarico, riducendo sprechi e perdite durante il processo di movimentazione.

Tuttavia, a causa della natura dei cereali in essi stoccati, i depositi,  possono essere scenario di pericolose esplosioni e conseguenti incendi.

Esaminiamo insieme le ragioni per cui questi fenomeni possono verificarsi. 

Come vengono stoccati i cereali

Sono diverse le tipologie di stoccaggio di cereali, la scelta dipende non solo dalla qualità di cereali, ma anche dalla durata prevista per il deposito.

Esistono magazzini temporanei o permanenti e depositi all’aperto, nei quali i cereali vengono posizionati su una superficie piana e coperti con materiale utile a proteggerli da agenti esterni (questo metodo è consigliato solo per brevi periodi).

In altri casi, è possibile conservare i cereali all’interno di particolari sacchi di iuta o plastica ponendo particolare attenzione a possibili insetti e roditori.

Sicuramente il metodo più efficace è lo stoccaggio all’interno di silos, strutture appositamente progettate sia per il deposito di cereali che per altri materiali granulari. Dotati di sistemi di aerazione e controllo della temperatura per mantenere condizioni ottimali, che consentono di proteggere i cereali da umidità, insetti e roditori.

In ogni caso, è importante mantenere un ambiente pulito, asciutto e ben aerato per proteggere i cereali dalla contaminazione e dalla degradazione.

 

Il pericolo di esplosione da nubi di polvere di cereali 

I silos sono lo scenario più frequente di esplosioni, perché? Al loro interno vi è costante presenza di aria e di strati di polvere generata dai cereali.

Nel corso delle fasi di carico e scarico questi strati creano delle nubi, le cui polveri combustibili formano un’atmosfera esplosiva.

Laddove innescate, le nubi possono ossidarsi in modo molto veloce, esplodendo.

Tuttavia, una nube è da considerarsi esplosiva quando la concentrazione di polvere nella miscela si trova all'interno del cosiddetto campo di esplosività, compreso tra il Lower Explosive Limit (Limite Inferiore di Esplosione, L.E.L.) e l'Upper Explosive Limit (Limite Superiore di Esplosione, U.E.L.). Questi limiti sono espressi in grammi di polvere per volume d'aria (g/m³).

Quando avviene l’innesco, la combustione è rapidissima e le particelle producono fumi e gas che possono espandersi  oppure aumentare la loro pressione di ben 8 volte

Se ciò accade in un ambiente chiuso, il rischio di distruzione è elevato

Le polveri al suolo, inoltre, possono essere risollevate ed alimentare a loro volta l’esplosione  creando una nuova nube, ed una reazione a catena

 

 

 

Perché la farina ed i cereali possono esplodere?

I prodotti dell’industria agroalimentare sono composti in prevalenza da idrogeno, zolfo, azoto, carbonio, ossigeno e altre sostanze che li rendono altamente combustibili e, quindi, in grado di causare esplosioni e conseguenti incendi.

I cereali, in particolare, possono produrre una pericolosa polvere che può provocare danni: laddove sottoposti a macinatura prima dello stoccaggio possono presentare una granulometria molto fine e, se la dimensione delle particelle è inferiore a 500 μmm (N.B. per le farine il diametro medio delle particelle è di 70 μmm), a contatto con l’aria,  possono generare incendi.

Ecco perché le farine ed i cereali possono esplodere. 

 

Abbattimento delle polveri durante il carico e lo scarico dei cereali 

È fondamentale il controllo e il conseguente abbattimento delle polveri  durante le operazioni di carico e scarico dei cereali, per garantire la sicurezza degli operatori coinvolti. 

La soluzione più efficace è sicuramente l’impiego di sistemi di nebulizzazione che erogano una sottilissima nebbia di acqua (talvolta miscelata ad altre sostanze non nocive) negli ambienti dove avviene la movimentazione dei cereali. Le particelle di acqua , oltre ad abbassare la temperatura dell’ambiente catturano le particelle di polvere, depositandole a terra. 

Sui cannoni nebulizzatori è possibile installare anche pompe di nebulizzazione dell’acqua  ad alta pressione che generano delle particelle ancora più fini di acqua che catturano la polvere senza bagnare il materiale sottostante.

Come gestire ed abbattere le polveri nei depositi di cereali

Gestire ed abbattere in modo efficace le polveri nei depositi di cereali è importante per mantenere l’ambiente di lavoro pulito e sicuro, e per prevenire il pericolo di esplosione.

Per affrontare questa sfida in modo efficace è importante adottare alcune misure e seguire strategie particolari.

Accanto all’impiego dei migliori sistemi di nebulizzazione, estrazione e ventilazione è buona pratica programmare manutenzioni preventive, ispezionando regolarmente attrezzature ed ambienti.

È altrettanto importante operare conformemente a quanto previsto dalle normative in vigore e dalle linee guida sulla gestione delle polveri e della sicurezza nei depositi di cereali.

Inoltre un’adeguata formazione del personale rispetto alla gestione delle polveri nonché alla sicurezza sul luogo di lavoro, è fondamentale per una profonda comprensione dei rischi associati e del corretto utilizzo di attrezzature e strumenti. 

Si raccomanda anche di isolare in modo ottimale le aree di carico e scarico, impedendo così alle polveri di diffondersi nell’ambiente circostante. 

 

Perché utilizzare l’acqua nebulizzata

I sistemi di nebulizzazione sono la scelta raccomandata perché creano le condizioni ambientali ottimali affinché esplosioni ed incendi non abbiano luogo.

Infatti, la nebbia d’acqua erogata riesce a catturare le particelle sospese nell’aria, facendole cadere al suolo senza creare danni, né pozzanghere.

 

Cannoni nebulizzatori e impianti Ciclone

Ciclone mette a disposizione del cliente una linea di cannoni nebulizzatori ideali anche nella gestione delle polveri nei depositi di cereali. 

I sistemi possono essere semi automatici, manuali, elettronici, fissi o mobili oppure progettati e sviluppati secondo le specifiche del cliente, così da soddisfare ogni richiesta e necessità. 

Una linea di prodotti concepita per essere efficace anche nelle condizioni più estreme, versatile e che incarna gli standard di qualità e affidabilità più elevati grazie ad un altissimo livello di tecnologia.

I cannoni nebulizzatori per abbattimento polveri Ciclone offrono prestazioni eccezionali grazie anche alle configurazioni altamente adattabili, ed ogni progetto è concepito considerando l’unicità di ogni cliente.

La capacità di equipaggiare i macchinari con diversi accessori  offre un ulteriore livello di adattamento a diverse linee di produzione progettate per soddisfare le esigenze di un vasto bacino d’utenza.

Rivoluziona il controllo delle polveri e migliora la tua sicurezza. Scopri come i nostri avanzati sistemi di nebulizzazione possono trasformare il tuo ambiente di lavoro.

Contattaci ora!

Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido